Aprire il registro di sistema di Windows

165
Aprire il registro di sistema di Windows

Vediamo come aprire il registro di sistema di Windows (in inglese Windows Registry), il database utilizzato dai sistemi operativi Microsoft per memorizzare e conservare le informazioni di configurazione del PC (→ cos’è il registro di sistema di Windows).
Il primo metodo consente di aprire il registro con qualsiasi versione di Windows mentre il secondo metodo può essere utilizzato soltanto in Windows 10. Il terzo e ultimo metodo invece consente di aprire il registro di sistema in Windows 7 e Windows Vista (→ quale versione di Windows è installata nel PC).

Come aprire il registro di sistema

Per aprire il registro dobbiamo utilizzare l’Editor del registro di sistema di Windows (conosciuto anche come regedit o regedit.exe). Regedit è un’interfaccia che consente l’accesso a tutte le chiavi e sottochiavi del database ma anche agli strumenti necessari a effettuare le modifiche.
Importante: per poter avviare l’editor del registro di sistema dobbiamo utilizzare un account amministratore (→ differenza fra utente standard e amministratore).

1º Metodo | Utilizzare il comando Esegui

Questo metodo può essere utilizzato in tutti i computer con sistema operativo Windows 10, Windows 8.1/8, Windows 7 e Windows Vista (→ quale versione di Windows è installata nel PC).
Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui.
Nella casella Apri: digitiamo regedit
Facciamo clic su OK.
Si aprirà la finestra Controllo dell’account utente (→ cos’è il Controllo Account Utente).
Facciamo clic su Si.
Si aprirà l’Editor del registro di sistema.

2º Metodo | Utilizzare Cortana

Questo metodo può essere utilizzato in tutti i computer con sistema operativo Windows 10 (→ quale versione di Windows è installata nel PC).
In basso a sinistra nella Barra delle applicazioni di Windows 10 è presente la casella di ricerca di Cortana (→ cos’è Cortana e come si usa).
All’interno della casella di ricerca digitiamo regedit.
Nell’elenco dei risultati visualizzati facciamo clic su Editor del Registro di sistema.
Si aprirà la finestra Controllo dell’account utente (→ cos’è il Controllo Account Utente).
Facciamo clic su Si.
Si aprirà l’Editor del registro di sistema.

3º Metodo | Utilizzare il menu Start

Questo metodo può essere utilizzato in tutti i computer con sistema operativo Windows 7 e Windows Vista (→ quale versione di Windows è installata nel PC).
In basso a sinistra nella Barra delle applicazioni di Windows facciamo clic sul pulsante Start (il pulsante con l’icona di Windows).
Nella casella Cerca programmi e file (in Windows 7) o Inizia ricerca (in Windows Vista) digitiamo regedit.
Nel riquadro sinistro Programmi, facciamo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse su regedit.
Si aprirà la finestra Controllo dell’account utente (→ cos’è il Controllo Account Utente).
Facciamo clic su Si o su Continua.
Si aprirà l’Editor del registro di sistema.

Attenzione alla modifiche!

L’editor del registro di sistema deve sempre essere utilizzato con molta attenzione. Un errore durante una modifica potrebbe rendere instabile il sistema operativo, impedirne l’avvio o il corretto funzionamento. Questo perché ogni modifica effettuata viene applicata immediatamente e non può essere annullata in caso di errore.
Per questo motivo si consiglia di creare sempre una copia di backup del registro prima di modificare un valore (→ come fare il backup del registro di sistema di Windows) oppure un punto di ripristino da poter utilizzare in caso di problemi (→ come creare un punto di ripristino di Windows).