Backup di WordPress

118
Backup di WordPress

Prima di spiegare come fare il backup di WordPress dobbiamo conoscere quali sono gli elementi che compongono il CMS.
Un sito Internet realizzato con WordPress è costituito da due parti principali: i file e il database MySQL.
I file che compongono WordPress sono i file di installazione del CMS, i plugin, i temi, le immagini, i file JavaScript e PHP cioè tutti gli elementi che combinati tra loro generano il sito vero e proprio.
Il database MySQL contiene invece tutti gli articoli (in inglese post), i commenti e i link presenti nel sito.
La procedura per salvare i file è diversa da quella per salvare il database MySQL.
Nella guida che segue verrà spiegato come effettuare un backup completo senza utilizzare nessun plugin.

Importante: il backup di WordPress deve sempre essere effettuato perché può aiutarci a ripristinare il sito Internet in modo semplice e veloce in caso di problemi. Senza una copia di backup da utilizzare per il ripristino potremmo perdere tutto il contenuto del sito in modo irreparabile.

Come fare il backup dei file di WordPress senza usare plugin

Iniziamo la guida spiegando come fare il backup dei file di WordPress.
Per salvare i file possiamo utilizzare il servizio di backup fornito dal provider di hosting oppure possiamo servirci di un client FTP o SFTP.

  • Servizio di backup del provider
    La maggior parte dei provider di hosting offrono un servizio per il backup. Se questo servizio è disponibile possiamo effettuare il backup utilizzando il gestore file del pannello di controllo del server di hosting.
    I gestori file più comuni sono cPanel, DirectAdmin, Ensim, Parallels Plesk Panel, vDeck e Ferozo.
  • Client FTP o SFTP
    Come alternativa al servizio di backup fornito dal provider è possibile utilizzare un client FTP o SFTP. Il client FTP consente di effettuare il download dei file che compongono il sito WordPress direttamente sul nostro computer o in un disco rigido esterno.

In questa guida vedremo come effettuera il backup di WordPress utilizzando FileZilla, un client FTP gratuito e in lingua italiana rilasciato sotto licenza GPL.

Scaricare e installare FileZilla

Prima di tutto dobbiamo scaricare e installare FileZilla nel computer.
Colleghiamoci al sito ufficiale di FileZilla.
Facciamo clic su Download FileZilla Client per scaricare l’ultima versione del software.
Facciamo doppio clic sul file che abbiamo scaricato per avviare la procedura di installazione.
Al termine dell’installazione avviamo FileZilla.

Connettere FileZilla al server FTP

Adesso dobbiamo effettuare il collegamento con il server FTP del provider di hosting.
Avviamo FileZilla.
Nella Barra di Connessione rapida di FileZilla (la barra in alto sotto il menu) dobbiamo inserire le informazioni necessarie per poter comunicare con il server FTP.
Importante: tutte le informazioni richieste vengono fornite durante la procedura di acquisto del dominio.
Se non ricordiamo i dati per la connessione FTP effettuiamo il login al pannello di controllo del provider di hosting e visitiamo la sezione dedicata alle impostazioni FTP.

  • Host: in questa casella dobbiamo digitare il nome o l’indirizzo FTP o SFTP del server.
  • Nome utente: in questa casella dobbiamo digitare l’username FTP.
  • Password: in questa casella dobbiamo digitare la password FTP.

Importante: per evitare errori si consiglia di NON utilizzare la funzione copia/incolla ma di digitare nome utente e password in modo manuale.

Dopo aver digitato le informazioni richieste facciamo clic su Connessione rapida.
FileZilla proverà a connettersi al server.
Se i dati che abbiamo inserito sono corretti la connessione verrà stabilita e nel riquadro Sito remoto: di FileZilla (il riquadro destro) vedremo comparire un elenco di file e cartelle.

Come fare il backup di WordPress con FileZilla

Dopo aver stabilito la connessione con il server FTP possiamo effettuare il backup dei file di WordPress.
Sul desktop del computer creiamo una nuova cartella che conterrà il backup dei file.
Chiamiamo la cartella Backup di WordPress (possiamo utilizzare un nome qualsiasi).

Adesso torniamo in FileZillla.
Facciamo clic sul pulsante Aggiorna l’elenco file e cartelle (il pulsante in alto con le frecce azzurra e verde a forma di cerchio).
Nell’elenco delle cartelle del nostro computer visualizzate nel riquadro Sito locale: di FileZilla (il riquadro sinistro) cerchiamo e facciamo clic sulla cartella che abbiamo appena creato (nel nostro esempio Backup di WordPress).
Nell’elenco delle cartelle presenti nello spazio web visualizzate sotto il riquadro Sito remoto: (il riquadro destro) cerchiamo la cartella che contiene il sito WordPress.
Importante: la cartella che contiene il sito WordPress può avere nomi diversi. Nella maggior parte dei casi è chiamata public_html. È la cartella al cui interno sono presenti le cartelle wp-admin, wp-content e wp-includes.

Adesso utilizzando il mouse trasciniamo la cartella public_html (o la cartella che contiene il sito WordPress) presente nel riquadro Sito remoto: nella cartella Backup di WordPress del riquadro Sito locale:
Aspettiamo che il processo di trasferimento dei dati sia completato. Il processo di trasferimento potrebbe durare anche parecchio tempo.
Quando tutti gli elementi sono stati trasferiti il backup dei file sarà completato.
Effettuiamo la disconnessione dal server facendo clic sull’icona con la x rossa nella Barra di Connessione rapida di FileZilla (la barra in alto sotto il menu).
Per concludere chiudiamo FileZilla.

Come fare il backup del database MySQL di WordPress senza usare plugin

Proseguiamo la guida spiegando come fare il backup del database MySQL di WordPress.
Per fare il backup del database MySQL di WordPress dobbiamo utilizzare phpMyAdmin, l’applicazione scritta in PHP che serve per comunicare con i database MySQL.
Vediamo nel dettaglio la procedura da seguire per utilizzare phpMyAdmin.

Effettuare il login a phpMyAdmin

Prima di tutto dobbiamo effettuare il login al gestore file del nostro provider di hosting.
I gestori file più comuni sono cPanel, DirectAdmin, Ensim, Parallels Plesk Panel, vDeck e Ferozo. I dati di accesso al gestore file vengono forniti durante la procedura di acquisto del dominio.
Dopo aver effettuato il login al gestore file cerchiamo e selezioniamo la voce o il logo phpMyAdmin.

In alcuni casi per per accedere a phpMyAdmin vengono richiesti i dati relativi al database MySQL creato durante l’installazione di WordPress.
Il nome utente del database MySQL e la password sono visibili nel file wp-config.php che troviamo nella directory contenente l’installazione di WordPress.
Per visualizzare i dati apriamo il file wp-config.php e cerchiamo le voci DB_USER e DB_PASSWORD.
DB_USER indica il nome utente e DB_PASSWORD indica la password da inserire per effettuare il login.

Salvare il database MySQL sul computer

Adesso nella finestra principale di phpMyAdmin dobbiamo selezionare il database che stiamo utilizzando.
Nel menu in alto facciamo clic sulla scheda Database.
Facciamo clic sul nome del database che contiene i dati di WordPress.
Anche il nome del database MySQL è visibile nel file wp-config.php che troviamo nella directory contenente l’installazione di WordPress.
Per visualizzare il nome del database cerchiamo DB_NAME.
Nella scheda Struttura saranno elencate tutte le tabelle che compongono il database.
Per salvare il database MySQL di WordPress facciamo clic sulla scheda Esporta.
Scegliamo come metodo di esportazione Personalizzato – mostra tutte le possibili opzioni.

Selezioniamo tutte le tabelle.
Verifichiamo che in Formato: sia selezionata la voce SQL.
Nella sezione Opzioni di creazione dell’oggetto selezioniamo l’opzione:
Aggiungi l’istruzione DROP TABLE / VIEW / PROCEDURE / FUNCTION / EVENT
Questa opzione consente di sovrascrivere un database esistente.
Facciamo clic sul pulsante Esegui (in fondo alla pagina).
A questo punto inizierà l’upload del database.
Aspettiamo che l’upload venga completato.
Per concludere chiudiamo phpMyAdmin.

Informazioni utili sul backup di WordPress

Concludiamo la guida sul backup di WordPress rispondendo alle domande più frequenti sull’argomento.

Quando fare il backup di WordPress?

Il backup di WordPress deve essere effettuato a intervalli regolari. Maggiore è l’attività svolta sul sito maggiore dovrebbe essere la frequenza con cui effettuare il backup.

Quanti backup conservare?

La regola generale del backup (non solo di WordPress) dice che si dovrebbero conservare almeno tre backup su tre dispositivi diversi. Ad esempio una copia su un disco rigido, una copia su chiavetta USB e una copia nel cloud. Questo perché nel caso un backup sia corrotto o inutilizzabile sarà sempre possibile utilizzare gli altri.

È possibile automatizzare la procedura di backup di WordPress?

Se vogliamo automatizzare il processo di backup di WordPress possiamo utilizzare un plugin che sia in grado di pianificare la creazione di una copia di backup ad intervalli regolari.
Facciamo clic su questo link per visualizzare un elenco di plugin per il backup automatico di WordPress.

Come ripristinare il backup di WordPress

Per ripristinare il backup di WordPress leggiamo → come ripristinare i file e il database MySQL.