Clonare l’hard disk del PC con Windows

821
Clonare l'hard disk del PC con Windows

In questa guida spiegheremo come clonare l’hard disk del PC con Windows, senza utilizzare app o software di terze parti.
La clonazione è un’operazione che consente di creare un duplicato del disco rigido del computer che comprende oltre al sistema operativo, le app, i software, le impostazioni, i driver e i dati dell’utente anche la struttura del file system. In pratica è copia speculare byte per byte, settore per settore, dell’hard disk originale.
Normalmente la clonazione avviene trascrivendo i contenuti dell’hard disk in un file immagine che viene poi utilizzato per creare il clone.

Come clonare l’hard disk con Windows

Per clonare l’hard disk del PC creeremo un’immagine di sistema utilizzando uno strumento integrato in tutti i sistemi operativi Microsoft. Successivamente utilizzeremo il disco di ripristino di Windows per ripristinare l’immagine di sistema nel nuovo hard disk.
Il disco di ripristino è una chiavetta USB (oppure un CD/DVD) che consente di accedere agli strumenti di ripristino di Windows. Può essere avviato senza caricare il sistema operativo e permette di effettuare il re-imaging del computer.
Se non abbiamo un disco di ripristino di Windows possiamo crearlo durante la realizzazione dell’immagine di sistema oppure in un secondo momento (→ come creare un disco di ripristino di Windows).

Cosa serve per poter effettuare la clonazione

Iniziamo la guida spiegando di cosa abbiamo bisogno per poter clonare l’hard disk del PC utilizzando gli strumenti messi a disposizione da Windows.

  • ovviamente il computer con l’hard disk che vogliamo clonare.
  • un disco di ripristino di Windows.
  • un hard disk dove salvare l’immagine di sistema.
  • un secondo hard disk da collegare alla scheda madre del PC sul quale ripristinare l’immagine di sistema.

Importante: prima di procedere verifichiamo che entrambi gli hard disk abbiamo una capacità di archiviazione pari o superiore allo spazio occupato nel disco che vogliamo clonare.

Creare l’immagine di sistema

La prima cosa che dobbiamo fare è collegare l’hard disk sul quale vogliamo salvare l’immagine di sistema al PC. In questa guida utilizzeremo un disco esterno collegato tramite porta USB ma possiamo anche usare un secondo disco interno collegato direttamente alla scheda madre del computer.
Importante: questo hard disk deve essere formattato con il file system NTFS (→ come formattare l’hard disk). In caso contrario non sarà possibile salvare l’immagine di sistema.
Dopo averlo collegato possiamo accedere allo strumento che consente di creare le immagini di sistema di Windows. Vediamo come fare.
Importante: seguiamo la guida relativa alla versione di Windows installato nel computer (→ quale versione di Windows è installata nel PC).

Windows 10 | Windows 8 | Windows 7
Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui (→ cos’è il comando Esegui di Windows).
Nella casella Apri: digitiamo sdclt
Facciamo clic su OK.
Si aprirà la finestra Backup o ripristino dei file.
Nel menu a sinistra facciamo clic su Crea immagine di sistema o Crea un’immagine del sistema.

Windows 8.1
Apriamo il Pannello di controllo di Windows (→ come aprire il Pannello di controllo di Windows).
Nella casella di ricerca del pannello di controllo (in alto a destra) digitiamo cronologia file.
Facciamo clic su Cronologia file.
Nel menu a sinistra facciamo clic su Backup delle immagini del sistema.

Selezionare il percorso di backup

A questo punto si aprirà la finestra Specificare il percorso in cui salvare il backup.
Selezioniamo Su un disco rigido.
Facciamo clic su Avanti.
Nel caso in cui, oltre alle unità necessarie per l’esecuzione di Windows, siano presenti anche altre unità, verrà visualizzata la finestra Selezionare le unità da includere nel backup.
Selezioniamo le unità che vogliamo includere nell’immagine di sistema e facciamo clic su Avanti.
Nella finestra Confermare le impostazioni di backup facciamo clic su Avvia backup per avviare il processo di composizione e salvataggio dell’immagine di sistema.
Comparirà la finestra Crea immagine di sistema.
La procedura di creazione dell’immagine di sistema potrebbe durare da alcuni minuti ad alcune ore.

Creare il disco di ripristino di Windows

Al termine della procedura verrà richiesto se vogliamo Creare un disco di ripristino del sistema?
Se non disponiamo di un disco di ripristino facciamo clic su Si. Se abbiamo già un disco di ripristino oppure se vogliamo crearlo in un secondo facciamo clic su No per proseguire.
Se vogliamo creare il disco di ripristino colleghiamo la chiavetta USB al PC.
Facciamo clic su Avanti.
Nella finestra Selezionare l’unità flash USB selezioniamo la chiavetta USB nell’elenco Unità disponibili.
Attenzione: la chiavetta USB sarà formattata e tutti i dati contenuti verranno cancellati.
Facciamo clic su Avanti.
Facciamo clic su Crea.
Aspettiamo fino al completamento dell’operazione.
Quando viene visualizzato il messaggio L’unità di ripristino è pronta facciamo clic su Fine.

Quando compare il messaggio Backup completato facciamo clic su Chiudi.
A questo punto sull’hard disk avremo l’immagine di sistema di Windows.

Collegare il nuovo hard disk

Adesso dobbiamo spegnere il PC, scollegare l’hard disk che contiene Windows e collegare il nuovo disco alla scheda madre.

Avviare il disco di ripristino di Windows

Continuiamo la guida spiegando come avviare il disco di ripristino e come procedere con la clonazione dell’immagine di sistema sull’hard disk.

Colleghiamo la chiavetta USB al computer.
Accendiamo il computer.
Importante: il computer deve essere configurato per l’avvio da unità USB (oppure per l’avvio da DVD se utilizziamo il DVD). In caso contrario NON sarà possibile avviare il supporto di installazione.
La fase di avvio, chiamata processo di boot o semplicemente boot, deve essere configurata nell’interfaccia del UEFI (→ come entrare nel UEFI), o nei computer meno recenti nel BIOS (→ come entrare nel BIOS).

Se il boot è configurato correttamente dopo alcuni istanti comparirà la finestra Installazione di Windows.
Colleghiamo l’hard disk esterno con l’immagine di sistema al computer. Se stiamo utilizzando un computer desktop colleghiamo l’hard disk alle prese USB posteriori, quelle collegate direttamente alla scheda madre.
Selezioniamo Italiano e facciamo clic su Avanti.
Facciamo clic su Ripristina il computer.
Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Scegli un’opzione.
Facciamo clic su Risoluzione dei problemi.
Facciamo clic su Ripristino immagine del sistema per avviare lo strumento di ripristino.

Avviare il programma di ripristino

Quando compare la finestra Ripristino immagine del sistema facciamo clic sull’account utilizzato per effettuare il login.
Digitiamo la password dell’account e facciamo clic su Continua. Se non utilizziamo una password di accesso facciamo clic su Continua.
Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Selezionare un backup dell’immagine di sistema.

Selezionare l’immagine di sistema

L’immagine di sistema presente sull’hard disk esterno collegato al PC dovrebbe venire rilevata automaticamente. In questo caso facciamo clic su Avanti.
Se l’immagine di sistema non viene rilevata automaticamente facciamo clic su Seleziona un’immagine di sistema e selezioniamo il disco esterno.

Opzioni di ripristino

A questo punto verrà richiesto se vogliamo formattare e partizionare il disco rigido prima di avviare il processo di ripristino.
Selezioniamo la casella Formatta e partiziona i dischi per riformattare l’hard disk e fare in modo che venga creato un clone identico al layout presente nell’immagine di sistema.
Facciamo clic su Avanti.
Per concludere e avviare il ripristino immagine di sistema facciamo clic su Fine.

Al termine del ripristino rimuoviamo la chiavetta USB e il disco esterno e riavviamo il computer.
Importante: se abbiamo clonato l’hard disk in un computer con hardware diverso dal PC originale aggiorniamo i driver (→ aggiornare i driver del PC).