Come comprimere una cartella con Windows nel formato Zip

171

In questa guida vedremo come comprimere una cartella con Windows nel formato Zip.
Una cartella compressa è una cartella che può archiviare gli elementi contenuti riducendo la dimensione totale senza perdere nessun tipo di informazione.
Nei sistemi operativi Microsoft la compressione dei dati può essere effettuata utilizzando le cartelle compresse di Windows. Queste cartelle usano un algoritmo di compressione che permette di ridurre la quantità di bit utilizzati dall’informazione digitale originale combinando in un’unica cartella più elementi contemporaneamente. Le cartelle compresse vengono salvate nel formato Zip (→ cos’è un file Zip) e sono riconoscibili da un’icona caratterizzata della presenza di una cerniera “a zip”.

Nella prima parte di questa guida vedremo come effettuare la compressione di file e cartelle mentre nella seconda parte vedremo come eseguire l’operazione inversa, cioè come decomprimere i dati.
La procedura descritta può essere utilizzata in tutti i computer con Windows 10, Windows 8.1/8, Windows 7 e Windows Vista (→ quale versione di Windows è installata nel PC).

Come creare una cartella compressa?

Per creare una cartella compressa dobbiamo comprimere gli elementi all’interno di un archivio .zip. È possibile comprimere una cartella intera oppure più file e/o cartelle contemporaneamente. Vediamo come fare.

Come comprimere una cartella intera?

Posizioniamo il puntatore del mouse sulla cartella che vogliamo comprimere.
Facciamo clic con il pulsante destro del mouse.
Nel menu visualizzato selezioniamo Invia a e facciamo clic su Cartella compressa.
In questo modo verrà creata una cartella compressa nello stesso percorso della cartella originale (non zippata).
Il nome proposto da Windows per la nuova cartella compressa sarà identico al nome della cartella selezionata.
Per confermare il nome premiamo il tasto Invio sulla tastiera del computer altrimenti rinominiamo la cartella.
Importante: non è possibile creare una cartella compressa se la cartelle originale è vuota.

Come comprimere più file e/o cartelle contemporaneamente?

Facciamo clic con il pulsante sinistro del mouse sul primo file o sulla prima cartella che vogliamo comprimere.
Adesso dobbiamo selezionare gli altri elementi che vogliamo aggiungere alla cartella compressa. Per farlo premiamo e teniamo premuto il tasto Ctrl (o Control) sulla tastiera del computer.
Facciamo clic con il pulsante sinistro del mouse sul secondo file o sulla seconda cartella che vogliamo aggiungere.
L’elemento selezionato verrà evidenziato.
Ripetiamo l’operazione per tutti gli elementi che vogliamo includere nella cartella compressa.

Dopo aver selezionato tutti i file e tutte le cartelle che vogliamo “zippare” posizioniamo il puntatore del mouse su uno degli elementi evidenziati.
Facciamo clic con il pulsante destro del mouse.
Nel menu visualizzato selezioniamo Invia a e facciamo clic su Cartella compressa.
Il nome proposto da Windows per la nuova cartella compressa sarà quello dell’ultimo elemento selezionato.
Per confermare il nome premiamo il tasto Invio sulla tastiera del computer altrimenti rinominiamo la cartella.

Come aggiungere un elemento a una cartella compressa esistente?

Se abbiamo creato una cartella compressa ma ci siamo dimenticati di includere un elemento non dobbiamo ripetere tutta la procedura di compressione ma dobbiamo semplicemente trascinare l’elemento o gli elementi sull’icona della cartella compressa.
In alternativa facciamo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse sulla cartella compressa per aprirla e trasciniamo gli elementi da aggiungere al suo interno.

Come decomprimere una cartella di Windows?

Dopo avere spiegato come comprimere una cartella con Windows nel formato Zip vediamo come decomprimerla, cioè come estrarre gli elementi in essa contenuti.
Anche in questo caso è possibile decomprimere una cartella intera oppure estrarre soltanto un file o una cartella.

Come decomprimere una cartella intera?

Posizioniamo il puntatore del mouse sull’icona della cartella che vogliamo decomprimere.
Facciamo clic con il pulsante destro del mouse.
Nel menu visualizzato facciamo clic su Estrai tutto
Si aprirà la finestra Estrazione cartelle compresse.
In Cartella in cui estrarre i file: digitiamo il percorso della cartella dove vogliamo estrarre i file compressi oppure facciamo clic su Sfoglia… per selezionarla.
Se vogliamo che Windows apra la cartella con i file estratti selezioniamo Mostra i file estratti al termine dell’operazione.
Per concludere e decomprimere la cartella facciamo clic su Estrai.

Come decomprimere soltanto un file o una cartella?

Facciamo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse sulla cartella compressa per aprirla.
Trasciniamo l’elemento che vogliamo estrarre fuori dalla cartella compressa, in una nuova posizione.

Informazioni utili

Completiamo la guida su come comprimere una cartella con Windows nel formato Zip con alcune informazioni utili.
Alcuni tipi di file, come ad esempio le immagini JPEG, sono già compresse. Se comprimiamo più immagini JPEG le dimensioni totali della cartella “zippata” potrebbero essere identiche alle dimensioni dell’insieme originale delle immagini.
È possibile creare una cartella compressa contenente altre cartelle compresse già create.
Se una cartella compressa contiene file crittografati, al momento dell’estrazione questi file verranno decrittografati.

Programmi per zippare file

Oltre alle cartelle compresse di Windows possiamo creare file Zip anche utilizzando software di terze parti in grado di creare un file archivio utilizzando la compressione dati. I programmi capaci di comprimere file sono molti, gratuiti o a pagamento. Tra quelli gratuiti il più utilizzato è 7-Zip mentre a pagamento i più conosciuti sono WinZip e WinRAR.