Home Windows Come deframmentare il PC

Come deframmentare il PC

437
Come deframmentare il PC

In questa guida vedremo come deframmentare il PC per ottimizzare il funzionamento del sistema in seguito alla frammentazione del disco rigido (→ cos’è la frammentazione del disco rigido è perché avviene).
Prima di procedere ricordiamo che nella maggior parte dei computer recenti il sistema operativo non viene più installato in un disco rigido ma in un’unità di memoria a stato solido o SSD. Negli SSD la frammentazione non influisce sulle prestazioni del sistema ed è completamente inutile, anzi diminuisce la durata dell’unità poiché aumenta i cicli di scrittura.
Se non sappiamo quale tipo di memoria di massa viene utilizzata dal computer leggiamo → come capire se il PC ha un SSD o un disco rigido.

Cos’è la deframmentazione?

La deframmentazione è un’operazione che consente di riorganizzare l’allocazione dei dati sul disco rigido del computer allo scopo di aumentare le prestazioni del sistema e di conseguenza l’efficienza del PC. Questa operazione riorganizza la continuità nell’allocazione dei dati che compongono i file spostandoli in settori contigui allo scopo di ridurre il tempo di lettura da parte delle testine del disco.

Come deframmentare il PC utilizzando Ottimizza Unità

Vediamo come deframmentare il PC con lo strumento Ottimizza unità dei sistemi operativi Microsoft.
La procedura descritta può essere utilizzata in tutti i computer con Windows 11, Windows 10, Windows 8.1/8, Windows 7 (→ quale versione di Windows è installata nel PC).

Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui (→ cos’è il comando Esegui di Windows).
Nella casella Apri: digitiamo dfrgui
Facciamo clic su OK.
Si aprirà la finestra Ottimizza unità di Windows (chiamata Utilità di deframmentazione dischi in Windows 7).
Nella colonna Unità verrà visualizzato l’elenco dei dischi del computer.
Per ogni disco sarà indicato il tipo di supporto, la data dell’ultima analisi o dell’ultima ottimizzazione e lo stato.
Facciamo clic con il pulsante del mouse sul disco che vogliamo deframmentare.
Per rilevare se il disco deve essere deframmentato facciamo clic su Analizza. Se in Stato corrente viene indicato un valore uguale o superiore al 10% conviene eseguire la deframmentazione.
Per avviare il processo di deframmentazione facciamo clic su Ottimizza.
La deframmentazione può essere interrotta in qualsiasi momento facendo clic su Interrompi.

Importante: per impostazione predefinita il programma di ottimizzazione entra in funzione automaticamente una volta alla settimana di notte. Se vogliamo modificare la pianificazione o se vogliamo ottimizzare soltanto alcuni dischi facciamo clic su Modifica impostazioni.

Quanto tempo occorre per deframmentare il PC?

Il processo di deframmentazione del PC può durare da pochi minuti fino ad alcune ore. La sua durata dipende dalla dimensione del disco, dal numero di file che contiene e dal grado di frammentazione.

Si può usare il computer durante la deframmentazione?

Anche se il processo di deframmentazione avviene in background, consentendo il normale utilizzo del computer durante la sua esecuzione, si consiglia di non usare il PC fino al termine dell’operazione. Questo per evitare di creare nuovi file frammentati mentre il programma sta riorganizzando e riallocando i frammenti dei file esistenti.