Cos’è Ethereum

4
Cos'è Ethereum

Per capire cos’è Ethereum e come funziona dobbiamo prima di tutto spiegare cos’è una moneta elettronica e cosa sono gli ether, la criptovaluta utilizzata come unità di conto dalla piattaforma Ethereum.
A differenza di altre criptovalute, come ad esempio i bitcoin (→ cosa sono i bitcoin), Ethereum non è soltanto una moneta elettronica ma è anche una rete utilizzata per eseguire dei particolari contratti chiamati smart contract.
Nella prima parte della guida vedremo cosa sono gli ether mentre nella seconda parte spiegheremo cos’è Ethereum e cosa sono gli smart contracts.

Cosa sono gli ether

Gli ether o ETH sono una moneta elettronica cioè una forma di pagamento digitale.
Cerchiamo di capire cosa differenzia una moneta elettronica dalle normali monete a corso legale che utilizziamo tutti i giorni.

Gli ether non sono fatti di carta o metallo ma di bit. Sono una criptovaluta o criptomoneta cioè una forma di denaro digitale, paritaria e decentralizzata che utilizza la crittografia per controllare la sua creazione, le transazioni e l’attribuzione di proprietà.
A differenza delle normali valute gli ether non sono creati e controllati da un’autorità centrale ma utilizzano la tecnologia P2P (peer-to-peer). L’emissione di ETH e la gestione delle transazioni vengono effettuate in modo collettivo utilizzando una rete decentralizzata di database che utilizza il protocollo blockchain.
In una rete P2P ogni nodo che la compone è paritario (peer) e può funzionare sia come client che come server.
Gli ether sono la benzina utilizzata per il funzionamento di Ethereum ma sono anche la criptovaluta usata come forma di pagamento per le operazioni effettuate.

Cos’è il mining

Gli ETH vengono generati da un processo chiamato mining (termine analogo al gold mining, estrazione dell’oro).
Il processo di mining sfrutta la potenza di calcolo del computer utilizzando software e hardware dedicato. Questo software consente l’elaborazione di smart contracts sulla rete Ethereum. In cambio di questo servizio di elaborazione sono emessi nuovi ETH che vengono distribuiti ai client che elaborano i dati cioè i miners. I miners si occupano anche della gestione e della sicurezza dei contratti della rete Ethereum.
Il sistema che genera e controlla gli ether non ha bisogno di un’ente centrale perché sono gli utenti che ne fanno parte a renderlo sicuro in cambio di un guadagno proporzionato all’attività svolta.
Vediamo quindi cos’è Ethereum e come funziona.

Come funziona Ethereum

Ethereum è una piattaforma open source pubblica di calcolo distribuito basata su blockchain.
Per capire cos’è Ethereum dobbiamo spiegare cosa significano questi termini.

Open source

L’open source indica un software reso pubblico dai detentori dei diritti al fine di consentire a chiunque di apportare modifiche al codice sorgente cioè all’algoritmo scritto in un linguaggio di programmazione.

Calcolo distribuito

Il calcolo distribuito è un ramo dell’informatica che si occupa dello studio dei sistemi distribuiti.
I sistemi distribuiti sono dei sistemi costituiti da un insieme di computer che comunicano e interagiscono tramite una rete con lo scopo di utilizzare la potenza di calcolo complessiva per raggiungere un obbiettivo comune.

Blockchain

Blockchain è una tecnologia che consente di creare un database di grandi dimensioni strutturato in blocchi, utilizzato per gestire le transazioni che vengono condivise tra tutti i nodi della rete.
In pratica la blockchain è un gigantesco database in cui i dati, invece di essere salvati in un unico server, vengono salvati su più macchine collegate tra loro.
La grande forza della blockchain è la sua resistenza alle manomissioni e agli attacchi hacker. Questo perché i dati non risiedono su un’unico computer ma su più computer o “nodi” della rete.

Cosa sono gli smart contracts

La piattaforma Ethereum viene usata per creare e pubblicare smart contracts utilizzando la tecnologia P2P (peer-to-peer).
Uno smart contract è un particolare tipo di contratto elettronico redatto in linguaggio informatico che funziona all’interno della blockchain.
Gli smart contracts sono capaci di eseguire automaticamente tutte le istruzioni scritte al loro interno. Verificano o impongono in forma digitale la negoziazione e l’esecuzione di un contratto consentendo di eseguire transazioni tracciabili e irreversibili.
Per poter funzionare gli smart contracts hanno bisogno della potenza di calcolo della rete P2P. Questa potenza computazionale resa disponibile per effettuare gli smart contracts viene convertita in un’unità di conto, gli ether.
Ogni client della rete capace di eseguire mining favorirà l’esecuzione di smart contracts e riceverà ether come ricompensa per il lavoro svolto.

Gli smart contracts consentono quindi di stipulare accordi che verranno eseguiti in modo automatico senza la necessità di utilizzare intermediari che garantiscano la risoluzione del contratto. Questo perché qualsiasi azione verrà registrata nella rete blockchain e sarà rese pubblica per qualsiasi utente.
Nel momento della pubblicazione su blockchain il contratto diventerà legittimo e sarà registrato in modo indelebile nella rete che lo ha creato.

Chi ha creato Ethereum?

La piattaforma Ethereum è stata creata da un team di programmatori all’inizio del 2014.
L’idea di base è stata proposta alla fine del 2013 da Vitalik Buterin, un programmatore russo cofondatore del Bitcoin Magazine che sosteneva che Bitcoin avesse bisogno di un linguaggio di scripting per lo sviluppo di applicazioni. In mancanza di un accordo che consentisse di portare avanti la sua idea Buterin propose lo sviluppo di Ethereum, una nuova piattaforma con un linguaggio di scripting più generale.

Quanto vale 1 ether?

Il meccanismo che regola l’acquisto e la vendita di ETH segue le stesse regole utilizzate per lo scambio della valuta tradizionale. Si basa sui tassi di cambio calcolati in base alla domanda e all’offerta di ether. Di conseguenza il prezzo sale quando la richiesta cresce e diminuisce quando la richiesta decresce.
Data la giovane età di questa moneta elettronica il suo valore non si è ancora stabilizzato e può diminuire o aumentare anche di molto nel breve periodo.
Per conoscere il valore di 1 ETH possiamo collegarci al sito web Coinbase. In alto facciamo clic su Ethereum.

Dove comprare ether

Esistono diverse piattaforme dove comprare ether. La più conosciuta a livello mondiale è sicuramente Coinbase mentre in Europa è Bitstamp.

Come ottenere ether gratuitamente

Oltre al processo di mining è possibile ottenere ether gratuitamente anche in altri modi.
Nel web esistono dei siti Internet chiamati Ethereum faucet che regalano ETH in cambio di clic sui banner pubblicitari (→ come guadagnare ether gratis con i faucet).