Creare un disco di ripristino di Windows

2
Creare un disco di ripristino di Windows

Vediamo come creare un disco di ripristino di Windows.
Nella prima parte della guida verrà spiegato cos’è un disco di ripristino di Windows e a cosa serve. Nella seconda parte della guida vedremo come creare il disco su chiavetta USB oppure su CD/DVD e per concludere spiegheremo come avviarlo.
La guida che segue può essere utilizzata in tutti i computer con sistema operativo Windows 10 e Windows 8.1/8 (→ quale versione di Windows è installata nel PC).

Cos’è un disco di ripristino

Un disco di ripristino (in inglese recovery drive) è una chiavetta USB oppure un CD/DVD che consente di riparare o reinstallare il sistema operativo. Nei sistemi operativi Microsoft permette di accedere agli strumenti di ripristino di Windows e al prompt dei comandi anche quando il sistema non si avvia a causa di errori o malfunzionamenti. Inoltre nel caso in cui sia impossibile ripristinare il PC può essere utilizzato per effettuare il ripristino immagine di sistema (→ cos’è il ripristino immagine di sistema di Windows).

Il disco di ripristino di Windows può essere creato anche con un PC diverso da quello che vogliamo ripristinare. Ricordiamo però che un disco di ripristino creato con un sistema operativo a 32 bit non può essere utilizzato per ripristinare un sistema operativo a 64 bit. Allo stesso modo un disco di ripristino creato con un sistema operativo a 64 bit non può essere utilizzato per ripristinare un sistema operativo a 32 bit (→ come sapere se Windows è a 32 o 64 bit).

Come creare un disco di ripristino di Windows su chiavetta USB

Per creare un disco di ripristino di Windows su chiavetta USB dobbiamo usare lo strumento creazione unità di ripristino. Per avviare lo strumento procediamo in questo modo.
Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui (→ cos’è il comando Esegui di Windows).
Nella casella Apri: digitiamo recoverydrive
Facciamo clic su OK.
Se si apre la finestra Controllo dell’account utente (→ cos’è il Controllo Account Utente di Windows) facciamo clic su Si.
Si aprirà la finestra Unità di ripristino.

Scegliere se eseguire il backup dei file di sistema nella chiavetta USB (solo in Windows 10)

Se stiamo creando il disco di ripristino con Windows 10 possiamo scegliere se eseguire il backup dei file di sistema oppure no.
Se selezioniamo la casella Esegui il backup dei file di sistema nell’unità di ripristino verrà creata una chiavetta USB avviabile che potrà essere utilizzata per ripristinare completamente Windows tralasciando la maggior parte delle operazioni di configurazione. Deselezionando la casella verrà creata una chiavetta USB avviabile contenente soltanto gli strumenti di risoluzione dei problemi.
La scelta di eseguire o di non eseguire il backup comporta una notevole differenza in termini di spazio. Nel primo caso sarà sufficiente una chiavetta USB con 512 MB di spazio disponibile mentre nel secondo caso saranno richiesti almeno 8 GB di spazio disponibile e la copia dei file richiederà molto più tempo.

Scegliere se copiare la partizione di ripristino del PC (solo in Windows 8.1 e Windows 8)

Se stiamo creando il disco di ripristino con Windows 8.1 o Windows 8 possiamo scegliere se copiare la partizione di ripristino oppure no.
Molti computer contengono un’immagine di ripristino che può essere utilizzata per reimpostare o reinizializzare il PC. Questa immagine di ripristino è archiviata in una partizione dedicata del disco rigido e la sua dimensione è generalmente compresa fra i 3 GB e gli 8 GB.
Se selezioniamo la casella Copia la partizione di ripristino dal PC all’unità di ripristino nella chiavetta USB verrà copiata anche la partizione di ripristino presente nel PC. In questo caso però dovremo utilizzare una chiavetta USB di dimensioni maggiori. Inoltre la copia dei file richiederà molto più tempo.
Se il PC non dispone di una partizione di ripristino la casella di controllo sarà disattivata e non selezionabile.

Il consiglio è di copiare anche la partizione di ripristino soltanto se non abbiamo a disposizione un’immagine di sistema da utilizzare per ripristinare Windows. Se la partizione di ripristino è stata creata parecchio tempo fa potrebbe contenere software, driver e una versione di Windows obsoleta e non aggiornata. Inoltre se il PC è stato acquistato con Windows 8 ed è stato eseguito l’aggiornamento a Windows 8.1 o Windows 10 dopo il ripristino da questa partizione verrà ripristinato il sistema operativo originale e sarà necessario effettuare l’upgrade.

Creare la chiavetta USB di ripristino di Windows

Per precauzione, prima di procedere, scolleghiamo eventuali hard disk esterni o chiavette USB che non vogliamo utilizzare per creare il disco di ripristino di Windows. In questo modo eviteremo di formattare per errore un dispositivo connesso al PC.
Colleghiamo al PC la chiavetta USB che vogliamo utilizzare per creare il disco di ripristino.
Facciamo clic su Avanti.
Nella finestra Selezionare l’unità flash USB selezioniamo la chiavetta USB nell’elenco Unità disponibili.
Attenzione: la chiavetta USB verrà formattata e tutti i dati contenuti saranno cancellati.
Facciamo clic su Avanti.
Facciamo clic su Crea.
Aspettiamo fino al completamento dell’operazione.
Quando viene visualizzato il messaggio L’unità di ripristino è pronta facciamo clic su Fine.

Come creare un disco di ripristino di Windows su CD o DVD

Per creare un disco di ripristino di Windows su chiavetta CD o DVD dobbiamo usare lo strumento Unità di ripristino. Per avviare lo strumento procediamo in questo modo.
Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui (→ cos’è il comando Esegui di Windows).
Nella casella Apri: digitiamo recdisc
Facciamo clic su OK.
Si aprirà la finestra Crea un disco di ripristino del sistema.
Inseriamo il CD o il DVD nel lettore CD/DVD.
Se nel computer sono presenti più masterizzatori selezioniamo quello che vogliamo utilizzare nella casella Unità:
Facciamo clic su Crea disco.
Aspettiamo fino al completamento dell’operazione.
Per concludere facciamo clic su Chiudi e su OK.

Come avviare il disco di ripristino di Windows

Dopo aver spiegato come creare il disco di ripristino di Windows vediamo come avviarlo.
Connettiamo la chiavetta USB al computer oppure inseriamo il CD/DVD nel lettore DVD.
Riavviamo il computer.
Importante: il computer deve essere configurato per l’avvio da unità USB se utilizziamo la chiavetta USB oppure per l’avvio da CD/DVD se utilizziamo il CD/DVD.
In caso contrario NON sarà possibile avviare il supporto di installazione. La fase di avvio, chiamata processo di boot o semplicemente boot, deve essere configurata nell’interfaccia del UEFI (→ come entrare nel UEFI), o nei computer meno recenti nel BIOS (→ come entrare nel BIOS).
Dopo il riavvio comparirà la finestra Scegli il layout di tastiera.
Facciamo clic su Italiano.
In Scegli un’opzione facciamo clic su Risoluzione dei problemi.
In Opzioni avanzate facciamo clic sul metodo di ripristino che vogliamo utilizzare.
Per sapere cosa sono e come funzionano i metodi ripristino di Windows visualizzati leggiamo la guida → ripristinare Windows.