Dispositivo USB non riconosciuto

601
Dispositivo USB non riconosciuto

Vediamo cosa fare se dopo aver collegato un dispositivo USB al PC (tastiera, mouse, chiavetta USB, stampante, disco rigido esterno) viene visualizzato il messaggio Dispositivo USB non riconosciuto.
Nei sistemi operativi Microsoft questo messaggio può indicare diversi problemi relativi alla porta USB o al dispositivo che vogliamo collegare.
Prima di procedere ricordiamo che per alcuni dispositivi USB, come ad esempio le stampanti, è necessario effettuare l’installazione dei relativi driver o del software del produttore per consentire il riconoscimento del dispositivo.
Importante: la guida che segue può essere utilizzata in tutti i computer con Windows 10, Windows 8.1/8, Windows 7 e Windows Vista (→ quale versione di Windows è installata nel computer).

Cambiare porta USB

La prima cosa che possiamo fare è collegare il dispositivo a una porta USB diversa.
Non colleghiamo il dispositivo a un hub (i moltiplicatori di porte USB) ma direttamente alle porte del computer. Nei computer desktop proviamo sia le porte USB frontali sia le porte USB presenti nel retro che sono collegate direttamente alla scheda madre.
Se il dispositivo non viene riconosciuto in nessuna porta USB significa molto probabilmente che il problema è da ricercare nell’hardware del dispositivo. Per convalidare questa ipotesi proviamo a collegare il dispositivo in un computer diverso. Nel caso in cui non venga rilevato saremo sicuri che si tratta di un problema hardware e non delle porte USB.

Se cambiando porta USB il dispositivo viene rilevato significa che la porta è guasta, difettosa oppure non adatta al dispositivo collegato.
Vediamo quindi cosa fare se continuiamo a visualizzare il messaggio Dispositivo USB non riconosciuto.

Collegare un dispositivo diverso

Proviamo a collegare un dispositivo USB diverso, ad esempio una chiavetta USB o un disco rigido estreno. Se viene rilevato saremo certi che il problema non riguarda le porte USB ma il dispositivo.

Collegare il dispositivo a una porta USB 2.0

Alcuni dispositivi USB 2.0 potrebbero non funzionare se collegati a una porta USB 3.0. Proviamo a collegare il dispositivo a una porta USB 2.0
Le porte USB sono riconoscibili dal colore del piccolo pezzo di plastica interno oppure dalle lettere SS (Super Speed) vicino al simbolo dell’USB. Se i produttori hanno rispettato le specifiche il pezzo di plastica interno delle porte USB 2.0 è di colore nero o bianco mentre nelle porte USB 3.0 è di colore blu.
Se continuiamo a visualizzare il messaggio Dispositivo USB non riconosciuto proseguiamo con la guida.

Riavviare Windows

Lasciando il dispositivo collegato alla porta USB riavviamo Windows per verificare se dopo il riavvio il dispositivo viene riconosciuto automaticamente.
Se continuiamo a visualizzare il messaggio Dispositivo USB non riconosciuto proseguiamo con la guida.

Aggiornare Windows

Aggiorniamo Windows per verificare se sono disponibili dei driver più recenti in grado di risolvere il problema (→ come aggiornare Windows).
Se vengono trovati degli aggiornamenti installiamoli e proviamo a collegare il dispositivo USB.

Aggiornare i driver del controller USB

Se continuiamo ancora a visualizzare il messaggio Dispositivo USB non riconosciuto possiamo provare ad aggiornare i driver del controller USB per verificare se esiste un driver più recente di quello utilizzato in grado di risolvere il problema. Vediamo come fare.

Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e R contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Esegui (→ cos’è il comando Esegui di Windows).
Nella casella Apri: digitiamo devmgmt.msc
Facciamo clic su OK.
Si aprirà lo snap-in Gestione dispositivi.
Nell’elenco dei dispositivi facciamo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse su Controller USB (Universal Serial Bus).
Saranno visualizzati tutti i controller USB del computer.

Adesso per ogni controller visualizzato sotto Controller USB (Universal Serial Bus) procediamo in questo modo.
Posizioniamo il puntatore del mouse sul controller.
Premiamo il tasto destro del mouse.
Nel menu visualizzato facciamo clic su Aggiornamento software driver… (Aggiorna driver in Windows 10).
Si aprirà la finestra Aggiornamento software driver… (Aggiorna driver in Windows 10).
Facciamo clic su Cerca automaticamente un driver aggiornato.
Aspettiamo che Windows effettui la ricerca.

Se viene trovato un driver più recente questo verrà scaricato e installato automaticamente.
Per concludere chiudiamo la finestra di aggiornamento e lo snap-in gestione dispositivi.

Ripetiamo questa procedura di aggiornamento dei driver anche per gli eventuali dispositivi elencati sotto Altri dispositivi (la prima voce in alto nello snap-in Gestione dispositivi).

Reinstallare il controller USB

Se l’aggiornamento dei driver non ha risolto il problema possiamo reinstallare gli hub USB per forzare il sistema a reinstallarli.
Attenzione: se stiamo utilizzando una tastiera e/o un mouse USB dopo la disinstallazione degli hub USB potrebbero non funzionare. In questo caso per riavviare il computer premiamo e teniamo premuto il tasto di accensione fino a quando non si spegne. Dopo il riavvio di Windows funzioneranno nuovamente.

Torniamo nello snap-in Gestione dispositivi.
Nell’elenco dei dispositivi facciamo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse su Controller USB (Universal Serial Bus).
Saranno visualizzati tutti i controller USB del computer.

Adesso per ogni controller visualizzato sotto Controller USB (Universal Serial Bus) procediamo in questo modo.
Posizioniamo il puntatore del mouse sul controller.
Premiamo il tasto destro del mouse.
Nel menu visualizzato facciamo clic su Disinstalla dispositivo.
Facciamo ancora clic su Disinstalla.
Dopo aver disinstallato tutti i controller riavviamo Windows.
Al riavvio del PC colleghiamo il dispositivo USB.

Aggiornare i driver dei chipset della scheda madre del computer

Se la porta USB non funzionante è collegata direttamente alla scheda madre, come ultima soluzione possiamo provare ad aggiornare l’UEFI (→ cos’è l’UEFI) o il BIOS (→ cos’è il BIOS) del computer.
Ad esempio nei computer desktop tutte le porte USB presenti nel retro sono collegate direttamente alla scheda madre.