Navigare in incognito

6
Navigare in incognito

Prima di spiegare quali sono i metodi che possiamo usare per navigare in incognito è importante capire come cosa succede quando utilizziamo Internet.
Quando navighiamo nel web con un computer, un tablet o uno smartphone utilizziamo un codice numerico chiamato indirizzo IP (→ cos’è l’indirizzo IP).
L’indirizzo IP è univoco. In tutto il mondo non possono esistere due dispositivi connessi a Internet che utilizzano lo stesso IP. Per questo motivo l’indirizzo IP può essere considerato a tutti gli effetti come un’impronta digitale del dispositivo utilizzato.
Se visitiamo un una pagina Internet l’indirizzo IP del dispositivo usato per navigare viene memorizzato dal server che ospita il sito a cui ci colleghiamo. Inoltre l’IP viene memorizzato nei database dell’ISP (Internet Service Provider), il fornitore di servizi Internet utilizzato (Alice, Fastweb, Infostrada, Telecom, TeleTu, Tiscali).

Quando navighiamo nel web lasciamo quindi un’impronta indelebile del nostro passaggio insieme ad altre informazioni come la data e l’ora di accesso, il web browser utilizzato per la navigazione (Chrome, Edge, Explorer, Firefox) e la versione del sistema operativo installato nel computer (→ quale versione di Windows è installata nel PC).
Se vogliamo navigare in incognito dobbiamo nascondere l’indirizzo IP.

Quali sono i metodi per navigare in incognito nel web

Esistono diversi metodi per navigare in incognito nascondendo l’indirizzo IP. Ogni metodo descritto ha dei pro, dei contro e un proprio livello di affidabilità.

Metodo 1 | Navigare in incognito utilizzando un server proxy

Iniziamo la guida su come navigare in incognito descrivendo come funziona un server proxy, uno dei metodi più utilizzati per nascondere la propria identità nel web.
Un proxy è un server che si interpone tra il dispositivo che vuole effettuare la connessione e il server che ospita il sito web. Il proxy consente di navigare in modo anonimo perché nasconde l’IP del dispositivo connesso sostituendolo con il proprio IP. Utilizzando questo metodo i siti visitati vedranno l’indirizzo IP del proxy e non l’indirizzo IP del dispositivo utilizzato.
Se vogliamo navigare in incognito utilizzando un server proxy abbiamo due possibilità:
• utilizzare un web proxy online che non richiede nessun tipo di configurazione
• utilizzare un open proxy e configurare manualmente il web browser o la scheda di rete del dispositivo per poterlo utilizzare

Navigare anonimi in Internet con un server proxy rappresenta sicuramente la scelta più semplice ed economica. I server proxy sono gratuiti e non richiedono l’installazione di nessun software.
Lo svantaggio di questo metodo è che quando utilizziamo un proxy la velocità di navigazione è sempre molto lenta, a volte lentissima. Inoltre non c’è modo di sapere se il proxy utilizzato è sicuro.
Per sapere come navigare in incognito con un server proxy leggiamo la guida → cosa sono gli open proxy.

Metodo 2 | Navigare in incognito con Tor

In una guida che spiega come navigare in incognito non può mancare Tor.
Tor (acronimo di The Onion Router) è un software di comunicazione che consente di navigare in modo anonimo utilizzando una rete di routers gestita da volontari. È un software libero, cioè utilizzabile e modificabile da chiunque, ed è completamente gratuito.
Lo svantaggio di questo metodo sta nel fatto che per navigare in incognito non possiamo servirci dei classici web browser (Chrome, Edge, Explorer, Firefox) ma dobbiamo utilizzare Tor Browser, un software sviluppato modificando Firefox. Come per i server proxy anche con Tor la navigazione risulterà più lenta.
Per sapere come navigare in incognito con Tor leggiamo la guida → cos’è Tor e come si usa.

Metodo 3 | Navigare in incognito con una VPN

Concludiamo la guida su come navigare in incognito parlando delle VPN.
Una VPN (Virtual Private Network) è una rete virtuale privata che consente di nascondere l’indirizzo IP. Quando utilizziamo una VPN invece di trasmettere l’indirizzo IP del dispositivo viene trasmesso l’indirizzo IP del server della VPN utilizzata.
Il grande vantaggio di questo metodo è che la velocità di navigazione non subisce rallentamenti. Le migliori VPN consentono inoltre di scegliere il protocollo di sicurezza e permettono connessioni simultanee, cioè con più dispositivi.

Nel web esistono molte reti private virtuali tra cui scegliere. Anche se molte di queste sono gratuite il consiglio è di utilizzare soltanto VPN a pagamento, molto più veloci e affidabili ma soprattutto più sicure (→ quali sono le migliori VPN a pagamento).
L’unico svantaggio di questo metodo per navigare in incognito è che i servizi offerti dalle VPN serie e affidabili sono a pagamento.
Per sapere come navigare in incognito utilizzando una rete privata virtuale leggiamo la guida → cos’è una VPN.

Quale metodo utilizzare?

Il metodo più sicuro e affidabile per navigare in incognito senza subire rallentamenti nella velocità di navigazione è sicuramente utilizzare una VPN.
Se non vogliamo spendere ma vogliamo essere sicuri di nascondere la nostra identità rinunciando però alla velocità di navigazione utilizziamo Tor.
Utilizziamo invece i server proxy soltanto se il grado di anonimato richiesto è molto basso.