Ripristinare Windows 10 da un backup

326
Ripristinare Windows 10 da un backup

In Windows 10 e nei sistemi operativi Microsoft più recenti possiamo utilizzare due metodi diversi di backup: creare un’immagine di sistema oppure utilizzare la cronologia file (→ come fare il backup di Windows 10).
Se il disco rigido si è rotto, se il PC è stato infettato da un malware o da un virus oppure se Windows non funziona come dovrebbe possiamo utilizzare l’immagine di sistema creata precedentemente per ripristinare il computer. Se il PC funziona perfettamente ma abbiamo perso oppure eliminato o modificato un file o una cartella in modo accidentale possiamo utilizzare la cronologia file.
Vediamo come ripristinare Windows 10 da un backup utilizzando l’immagine di sistema o la cronologia file.

Ripristinare Windows 10 utilizzando un’immagine di sistema

Prima di procedere è importante spiegare cosa succede quando scegliamo di ripristinare Windows 10 da un backup utilizzando un’immagine di sistema.
Il procedimento di ripristino sostituisce il contenuto del disco rigido del computer con il contenuto dello stesso disco nel momento in cui è stata creata l’immagine di sistema.
Tutte le impostazioni, i file di sistema, le app e i programmi installati, i file e le cartelle vengono ripristinati al loro stato precedente. Tutte le modifiche effettuate successivamente al momento in cui abbiamo creato l’immagine di sistema saranno perse.
Attenzione: se nel computer sono presenti dei file che non sono stati salvati nell’immagine di sistema che vogliamo ripristinare dobbiamo copiarli in una chiavetta USB oppure in un disco rigido esterno prima di ripristinare il sistema per evitare di perderli definitivamente.

Come ripristinare Windows 10

Vediamo come ripristinare Windows 10 da un backup utilizzando un’immagine di sistema creata precedentemente.
Prima di tutto colleghiamo il disco rigido esterno dov’è salvata l’immagine di sistema al computer. Se l’immagine di sistema è salvata in un secondo disco rigido interno procediamo.
Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e I contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Impostazioni.
Facciamo clic su Aggiornamento e sicurezza.
Nel menu a sinistra facciamo clic su Ripristino.
Nella sezione Avvio avanzato facciamo clic su Riavvia ora.
Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Scegli un’opzione.
Facciamo clic su Risoluzione dei problemi.
Facciamo clic su Opzioni avanzate.
Adesso nella finestra Opzioni avanzate facciamo clic su Ripristino immagine del sistema.

Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Ripristino immagine del sistema.
Sotto Scegli un account per continuare facciamo clic sul nome account.
Digitiamo la password dell’account e facciamo clic su Continua. Se l’account non è protetto da una password d’accesso facciamo subito clic su Continua.

Si aprirà la finestra Selezionare un backup dell’immagine del sistema.
Windows proporrà di utilizzare l’immagine di sistema più recente. Se vogliamo utilizzare un’altra immagine facciamo clic su Seleziona un’altra immagine del sistema.
Facciamo clic su Avanti.
Facciamo clic su Fine per ripristinare Windows 10 dal backup.

Ripristinare un file o una cartella di Windows 10 utilizzando la cronologia file

A differenza dell’immagine di sistema, che consente di ripristinare Windows 10 da un backup in modo completo, la cronologia file consente di ripristinare soltanto i file modificati, persi o eliminati.
Importante: per poter utilizzare questo metodo di ripristino la cronologia file deve essere stata attivata precedentemente (→ come attivare la cronologia file di Windows 10). Se la cronologia file è disattivata non potremo ripristinare nessun elemento perché nessuna copia di backup sarà stata salvata.
Vediamo quali sono le opzioni di ripristino della cronologia file di Windows 10.
Prima di tutto colleghiamo il disco rigido esterno dove viene eseguito il backup con cronologia file al computer. Se il backup con cronologia file viene eseguito in un secondo disco rigido interno procediamo.

Metodo 1 | Ripristinare un file modificato

Questo metodo può essere utilizzato per ripristinare le versioni precedenti di un file o di una cartella modificati. Non può essere utilizzato per ripristinare un file perso o eliminato.

Posizioniamo il puntatore del mouse sul file che vogliamo ripristinare.
Facciamo clic con il pulsante destro del mouse.
Nel menu visualizzato facciamo clic su Proprietà.
Nella finestra Proprietà facciamo clic sulla scheda Versioni precedenti.
Nel riquadro Versioni file: verrà mostrato un elenco delle versioni disponibili del file ordinate per data.
Facciamo clic sulla versione che vogliamo utilizzare.
A questo punto abbiamo due possibilità. Fare clic su Apri oppure su Ripristina.

Il pulsante Apri consente di aprire il file utilizzando il programma predefinito oppure di aprire il file in cronologia file.
Se facciamo clic su Apri sarà visualizzata una copia di sola lettura del file. Questo per evitare di eliminare la versione attuale del file con quella meno recente.
Se invece facciamo clic sulla freccina e su Apri in Cronologia file il file verrà aperto con cronologia file.

Il pulsante Ripristina consente invece di ripristinare il file.
Se vogliamo ripristinare il file nella sua posizione di origine facciamo clic su Ripristina. Se nella posizione di origine è presente il file originale si aprirà la finestra Sostituisci il file nella destinazione oppure Ignora questo file.
Per ripristinare una copia del file senza eliminare l’originale facciamo clic su Confronta informazioni per entrambi i i file.
Se invece vogliamo ripristinare il file in una posizione diversa facciamo clic sulla freccina e su Ripristina in…

Metodo 2 | Ripristinare un file perso o eliminato

Questo metodo può essere utilizzato per ripristinare un file o una cartella persa o eliminata.

Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e I contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Impostazioni.
Nella casella di ricerca Trova un’impostazione digitiamo ripristina file.
Facciamo clic su Ripristina file con Cronologia file.
Si aprirà la finestra Home page – Cronologia file.
Nella finestra saranno visualizzati tutti i file e tutte le cartelle selezionate per il backup. Nella parte bassa della pagina sono presenti i controlli temporali. Cliccando sulla freccia sinistra troveremo gli elementi più vecchi mentre cliccando sulla freccia destra i backup più recenti.

Cerchiamo la data corrispondente al giorno in cui pensiamo di aver eliminato il file oppure digitiamo il nome del file nella casella Cerca in Tutto (in alto a sinistra). Se invece conosciamo la directory esatta facciamo clic sulla cartella che contiene il file perso o eliminato.
Dopo averlo identificato facciamo sul file.
Facciamo clic sull’icona a forma di ingranaggio presente nell’angolo superiore destro della finestra.
Nel menu visualizzato facciamo clic su Ripristina oppure su Ripristina in per ripristinare l’elemento.
Infine chiudiamo la finestra Cronologia file.