Ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10

3419
Ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10

Il ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10 è una funzionalità che consente di riportare il computer alla sua configurazione iniziale, mantenendo i file e le cartelle personali dell’utente oppure eliminandoli completamente.
Nella prima parte della guida verrà spiegato come funziona questo strumento di backup e quando può essere utilizzato mentre nella seconda parte della guida vedremo come ripristinare il PC alle impostazioni di fabbrica.

Come funziona il ripristino impostazioni di fabbrica

Nei sistemi operativi Microsoft precedenti a Windows 10, il ripristino impostazioni di fabbrica poteva essere effettuato soltanto se nel computer era presente una particolare partizione chiamata partizione di ripristino (in inglese recovery partition). Una partizione è una suddivisione del disco rigido che viene vista dal sistema come se fosse un’unità separata (→ come creare una partizione con Windows).
Questa partizione viene creata dal produttore del computer per contenere i file che fanno parte di un’installazione personalizzata. Al suo interno è presente un’immagine OEM (Original Equipment Manufacturer) cioè una copia esatta dell’installazione di Windows originale contenente i driver, le utility, le app e i programmi preinstallati e preconfigurati dal produttore del PC.

In Windows 10 il ripristino impostazioni di fabbrica non avviene utilizzando un’immagine OEM poiché la procedura di reimpostazione, chiamata reimposta il PC (in inglese reset this PC), viene eseguita ricostruendo il sistema operativo e riportandolo alla situazione iniziale utilizzando i file del sistema stesso.
Windows e i driver vengono ripristinati al loro stato più aggiornato e tutti gli aggiornamenti installati nell’ultimo mese vengono mantenuti.
Inoltre questa funzionalità di ripristino consente di scegliere se mantenere oppure eliminare i file e le cartelle personali dell’utente.

Quando utilizzare il ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10

  • quando il sistema operativo è danneggiato
  • per ripristinare un computer infettato da virus o malware
  • quando vogliamo eliminare i dati e le informazioni personali dal PC
  • per eliminare i dati e le informazioni personali prima di vendere o regalare il PC
  • quando gli altri metodi di ripristino di Windows non possono essere utilizzati

Come avviare lo strumento di ripristino

Vediamo quali sono i metodi che consentono di avviare il ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10.
Se stiamo utilizzando un PC portatile colleghiamo l’alimentatore alla presa elettrica. L’interruzione del processo di ripristino potrebbe rendere il computer inutilizzabile.

1º Metodo | Utilizzare le impostazioni di ripristino di Windows

Premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e I contemporaneamente.
Si aprirà la finestra Impostazioni di Windows.
Facciamo clic su Aggiornamento e sicurezza.
Nel menu a sinistra facciamo clic su Ripristino.
Adesso nella sezione Reimposta il PC.

2º Metodo | Utilizzare la schermata di blocco

Lo strumento di ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10 può anche essere avviato dalla schermata di blocco, la schermata che viene visualizzata subito dopo il caricamento del sistema operativo.
Per visualizzare la schermata di blocco premiamo sulla tastiera del computer i tasti Windows (è il tasto con il logo di Windows) e L contemporaneamente.
Nella schermata di blocco facciamo clic sull’icona Arresta (l’icona a forma di cerchio con una linea verticale presente nell’angolo inferiore destro dello schermo).
Premiamo e teniamo premuto il tasto Maiuscolo (è il tasto Shift in inglese) sulla tastiera del computer.
Tenendo premuto il tasto Maiuscolo facciamo clic con il mouse su Riavvia il sistema.
Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Scegli un’opzione.
Facciamo clic su Risoluzione dei problemi.
Facciamo clic su Reimposta il PC.

Opzioni di ripristino

Facciamo clic su Inizia o su Per iniziare.
Si aprirà la finestra Ripristina le impostazioni di fabbrica del PC.
A questo punto dobbiamo scegliere una delle opzioni di ripristino disponibili. Vediamo quali sono.

Mantieni i miei file

Questa opzione riporta il PC alla sua configurazione iniziale.
Vengono eliminate le app, i programmi e le impostazioni personalizzate. Non vengono invece eliminati i file e le cartelle degli utenti del PC.

Rimuovi tutto

Questa opzione riporta il PC alla sua configurazione iniziale e ha lo stesso effetto di un’installazione da zero.
Vengono eliminate le app, i programmi, le impostazioni personalizzate ma anche i file e le cartelle di tutti gli utenti del PC, compresi gli account utente.
Se selezioniamo questa opzione, durante la procedura di reimpostazione di Windows, dovremo scegliere fra due alternative:

  • Rimuovi solo i miei file personali
    Questa opzione impiega meno tempo a completare la reimpostazione del PC ma è meno sicura in quanto può consentire il recupero dei dati personali utilizzando dei software dedicati.
  • Rimuovi i file e pulisci l’unità
    Questa opzione impiega molto più tempo tempo a completare la reimpostazione del PC (anche alcune ore) ma è più sicura in quanto rende più complicato il recupero dei dati personali.

Ripristino impostazioni di fabbrica

Anche se il ripristino impostazioni di fabbrica di Windows 10 può essere effettuato senza dover utilizzare una partizione di ripristino, molti computer assemblati con Windows preinstallato la contengono per consentire di ripristinare il PC con le utility, le app e i programmi preinstallati e preconfigurati dal produttore del computer.
Se nel computer è presente una partizione di ripristino, oltre a Mantieni i miei file e Rimuovi tutto, nelle opzioni di ripristino troveremo anche l’opzione Ripristino impostazioni di fabbrica (in inglese Restore factory settings).
Se selezioniamo questa opzione, tutto il contenuto del disco rigido verrà sostituito con il contenuto presente nell’immagine OEM. Tutti i file, le impostazioni, le app e i programmi installati successivamente alla prima accensione del PC verranno eliminati. Il disco rigido sarà ripartizionato e riformattato e tutte le partizioni create dall’utente eliminate.
Attenzione: se scegliamo questa opzione prima di effettuare il ripristino salviamo una copia di tutti i file e di tutte le cartelle personali. NON effettuiamo il backup in una partizione del disco rigido del computer perché questa verrà eliminata durante il ripristino.
Una volta completato il ripristino il PC verrà riavviato e dovremo eseguire la procedura configurazione di Windows come se fosse la prima volta che accendiamo il PC.
Ricordiamo inoltre che, a seconda del momento in cui l’immagine OEM è stata creata, il suo contenuto potrebbe essere obsoleto e da aggiornare.

Come eseguire il ripristino impostazioni di fabbrica se Windows non si avvia

Vediamo cosa fare se non riusciamo ad accedere allo strumento di ripristino perché non è possibile avviare Windows normalmente.

Il ripristino impostazioni di fabbrica può essere eseguito utilizzando il supporto di installazione di Windows.
Il supporto di installazione è una chiavetta USB o un DVD contenente i file di installazione del sistema operativo. Viene utilizzato per installare Windows ma può anche consentire l’accesso agli strumenti di ripristino senza avviare il sistema.
In questa guida vedremo come eseguire il ripristino utilizzando il supporto di installazione di Windows 10.
Se non disponiamo di un supporto di installazione possiamo crearlo leggendo → come creare un supporto di installazione di Windows 10.

Colleghiamo la chiavetta USB al computer oppure inseriamo il DVD nel lettore DVD.
Riavviamo il computer.
Importante: il computer deve essere configurato per l’avvio da unità USB, se utilizziamo la chiavetta USB, oppure per l’avvio da DVD se utilizziamo il DVD. In caso contrario NON sarà possibile avviare il supporto di installazione.
La fase di avvio, chiamata processo di boot o semplicemente boot, deve essere configurata nell’interfaccia del UEFI (→ come entrare nel UEFI), o nei computer meno recenti nel BIOS (→ come entrare nel BIOS).

Se il boot è configurato correttamente dopo alcuni istanti comparirà la finestra Installazione di Windows.
Selezioniamo Italiano e facciamo clic su Avanti.
Facciamo clic su Ripristina il computer.
Dopo alcuni istanti comparirà la finestra Scegli un’opzione.
Facciamo clic su Risoluzione dei problemi.
Facciamo clic su Reimposta il PC per avviare lo strumento di ripristino.