Home Android Tor per Android

Tor per Android

1348
Tor per Android

In questa guida vedremo come usare Tor per Android.
Nella prima parte della guida verrà spiegato cos’è Tor e come funziona mentre nella seconda parte vedremo come usare Tor Browser, l’app che consente di navigare anonimi in Internet.
Importante: le indicazioni contenute in questa guida sono valide per tutti i modelli di smartphone e tablet con sistema operativo Android.

Cos’è Tor

Tor (acronimo di The Onion Router) è un software di comunicazione anonima nato nel 1990 con lo scopo di proteggere le comunicazioni online dell’intelligence degli Stati Uniti d’America.
Viene utilizzato per proteggere la privacy degli utenti in quanto consente di navigare in Internet in forma completamente anonima. Tutte le comunicazioni effettuate con Tor non possono essere monitorate perché non vengono trasmesse utilizzando i classici canali di comunicazione.

Tor è un software libero completamente gratuito ed è noto soprattutto per essere la porta d’ingresso al deep web, la parte del web non indicizzabile dai motori di ricerca.
Disponibile anche per i sistemi operativi Microsoft (→ come usare Tor sul PC), Mac OS X e Linux , viene utilizzato da diverse categorie di persone per scopi leciti, ad esempio dalle ONG per permettere il collegamento ai siti web dai Paesi stranieri dove questi sono bloccati o censurati, ma anche per scopi illeciti da gruppi criminali, hacker e terroristi per eludere i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Come funziona Tor

Prima di spiegare come usare Tor per Android è importante capire come funziona.
Tor funziona grazie a una rete di routers chiamati onion routers. Grazie a questi routers la comunicazione tra client e server non utilizza una connessione diretta ma una serie di tunnel virtuali, passando attraverso i server della rete Tor. Utilizzando questi dispositivi di rete è possibile nascondere l’indirizzo IP pubblico (→ cos’è l’indirizzo IP pubblico) e navigare anonimi in Internet.

Le comunicazioni vengono criptate e fatte rimbalzare in modo casuale tra gli onion ruoters dislocati in varie parti del mondo. Questi dispositivi utilizzano una crittografia a più strati o livelli (da qui il nome onion, cipolla) per garantire l’anonimato nel percorso di rete. In questo modo l’indirizzo IP del mittente ma anche l’indirizzo IP del destinatario sono in chiaro durante ogni salto nella rete Tor ma risultano difficilmente identificabili alla fine del percorso di rete.
Inoltre il destinatario della comunicazione vedrà come indirizzo IP finale, non l’indirizzo IP del mittente ma l’indirizzo IP dell’ultimo nodo Tor utilizzato (chiamato nodo di uscita).

Come usare Tor per Android

Vediamo adesso come scaricare e installare Tor Browser, l’app che consente di utilizzare Tor nei dispositivi mobili Android.

Installare Tor Browser

Per installare Tor in Android tocchiamo l’app del Play Store (il servizio di distribuzione digitale di Google) sul dispositivo mobile.
Nella casella di ricerca del Play Store digitiamo Tor Browser.
Dopo aver trovato l’app tocchiamo Installa per avviare l’installazione.
Al termine dell’installazione tocchiamo l’app sul dispositivo mobile per avviarla.

Avviare Tor Browser

Per effettuare la connessione alla rete Tor tocchiamo Connetti.
Se durante la procedura di connessione scorriamo verso sinistra vedremo i log relativi al collegamento.
Quando la connessione viene stabilita si aprirà la pagina di Tor Browser.
Importante: l’app Tor Browser rimane in esecuzione fino a quando non viene chiusa e nella barra di stato del dispositivo mobile viene visualizzata l’icona a forma di cipolla.

Navigare anonimi con Tor Browser e DuckDuckGO

A questo punto possiamo iniziare a navigare con Tor Browser.
Tocchiamo about:tor e digitiamo i termini di ricerca o l’indirizzo URL della pagina web.

Per impostazione predefinita Tor utilizza come motore di ricerca DuckDuckGo.
DuckDuckGo o DDG mette in primo piano la privacy dichiarando di non salvare l’indirizzo IP e le informazioni sulle ricerche effettuate da parte degli utenti. A differenza degli altri motori di ricerca DuckDuckGo non memorizza la cronologia delle pagine web che abbiamo visitato e utilizza i cookie (→ cosa sono i cookie) soltanto quando sono indispensabili per la navigazione.
I risultati delle ricerche effettuate con DDG provengono dalla combinazione di fonti diverse e comprendono anche informazioni di crowdsourcing.

Importante: la navigazione in Internet con Tor Browser per Android è più lenta della navigazione effettuata con gli altri web browser.

Come ottenere una nuova identità con Tor Browser per Android

Dopo aver capito come funziona Tor Browser per Android vediamo come ottenere una nuova identità, cioè come ripulire Tor da tutte le informazioni relative alla sessione di navigazione e ottenere un nuovo indirizzo IP pubblico (→ cos’è l’indirizzo IP pubblico).
Trasciniamo verso il basso la barra di stato (la barra dove viene visualizzata l’ora e la percentuale di carica della batteria) per visualizzare l’area di notifica di Tor Browser.
Per ottenere una nuova identità tocchiamo New Identity.
Nell’area di notifica possiamo anche visualizzare la quantità di dati inviati e ricevuti (in kbps).

Come selezionare il livello di sicurezza di Tor Browser per Android

Tor Browser consente di selezionare il livello di sicurezza da utilizzare.
Apriamo Tor Browser.
Tocchiamo i tre puntini verticali visualizzati in alto a destra.
Vediamo nel dettaglio quali sono i livelli di sicurezza disponibili.

  • Standard
    Tutte le funzionalità di Tor Browser e dei siti sono attive.
  • Sicuro
    Disattiva le caratteristiche dei siti spesso pericolose, causando la perdita di funzionalità di alcuni siti.
    JavaScript è disattivato nei siti non-HTTPS.
    Alcuni caratteri e simboli matematici sono disattivati.
    Audio, video (media HTML5) e WebGL sono click-to-play.
  • Molto sicuro
    Permette solo le funzionalità necessarie per siti statici e servizi di base. Queste modifiche influiscono su immagini, media e script.
    JavaScript è disattivato in tutti i siti in modo predefinito.
    Alcuni caratteri, icone, simboli matematici e immagini sono disattivati.
    Audio, video (media HTML5) e WebGL sono click-to-play.

Importante: maggiore è il livello di sicurezza applicato minore sarà l’usabilità del web browser.